Le sospensioni sono un sistema.
Ecco come funziona

Quando si interviene per modificare le sospensioni di un veicolo a quattro ruote per porre rimedio a eventuali problemi, occorre tener presente che per “sospensione” si intende un sistema costituito da più parti: l’elemento sospensivo vero e proprio, che sostiene, o meglio sospende il peso del veicolo, e l’elemento ammortizzante, che frena il moto ondulatorio, mantenendo la tenuta di strada.

L’elemento sospensorio è costituito da molle di vario tipo: a balestra in acciaio piatto, a elica in acciaio tondo, a barra di torsione o ad aria. Ognuna presenta pro e contro.

In linea di massima per le vetture di alta gamma si usano le sospensioni pneumatiche, per i fuoristrada le molle elicoidali, per i furgoni, pick-up e veicoli commerciali fino a 35 quintali di carico le molle a balestra. Sui veicoli industriali con carico che supera i 35 quintali vengono montate prevalentemente le molle a balestra sull’asse anteriore e le molle ad aria sugli altri assi. Le molle a barra di torsione sono cadute in disuso per ragioni tecniche e per i costi elevati.

Le molle a balestra

Adottate già nell’800 per alleviare i disagi dei viaggi in carrozza, le molle a balestra si suddividono in due grandi categorie, in base al tipo di materiale di produzione: acciaio tradizionale semiellittico o acciaio parabolico. Il primo ha uno spessore costante, mentre il secondo è sottile alle estremità e più spesso al centro.

Le molle a balestra in acciaio parabolico, sono composte da un numero inferiore di fogli, anche uno solo. Le foglie in acciaio parabolico non sono intercambiabili né abbinabili a quelle semiellittiche. In caso di riparazioni, si rispetta l’originale.

Molle ad aria

Le molle ad aria, che utilizzano una membrana in gomma, nascono per i veicoli industriali e gradatamente iniziano a sostituire le molle tradizionali su alcune auto e fuoristrada.
Più leggere delle altre, sopportano bene il carico e mantengono costante l’assetto della vettura.
Prevalentemente le installiamo sui veicoli commerciali fino a 35 quintali.
Talvolta il cliente richiede di variare l’altezza del veicolo in base a particolari necessità, come un sovraccarico per periodi brevi, o la presenza di ribalte. Questi kit dispongono di compressore pneumatico o di semplici attacchi aria e manometri, per poter verificare la pressione e poterla variare a seconda delle esigenze specifiche.

Le molle elicoidali

Le molle elicoidali sono le più utilizzate sulle vetture. Sono costituite da un filo d’acciaio avvolto su di un mandrino dal diametro definito. Nel nostro mollificio lavoriamo fili metallici da 4 a 30 mm di diametro. La lunghezza dell’elemento sospensivo varia in base alla portata desiderata.
Riccioli, fresatura, spuntatura, messa in pressa rifiniscono la molla in base al disegno specifico.
In Bosa costruiamo molle elicoidali con misure maggiorate rispetto al disegno originale, usando acciaio di alta qualità. Il risultato è un eccellente prodotto artigianale, realizzato su misura. L’intero processo di lavorazione, dalla tempra alla verniciatura, è seguito e controllato con attenzione da tecnici molto esperti, per garantire al cliente un prodotto davvero affidabile.